Notizie Joomla! - il sistema di gestione di contenuti e portali dinamici /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=category&id=65&layout=blog&Itemid=50 Wed, 02 Jan 2013 04:40:58 +0000 Joomla! 1.5 - Open Source Content Management it-it La lettera del Sindaco di Lampedusa /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1045:la-lettera-del-sindaco-di-lampedusa&catid=65:homepage&Itemid=50 Come da richiesta del Sindaco di Lampedusa e desiderio del Sindaco di Saronno, Dr. Luciano Porro.  vi invito a dare ampia diffusione, soprattutto nell’ambito degli operatori sociali e delle Associazioni del Terzo settore, alla lettera allegata, che ci fa molto riflettere sul livello di civiltà del nostro Paese. Valeria Valioni ( Assessore ai Servizi alla Persona, Famiglia, Solidarietà Sociale )

"Sono il nuovo Sindaco delle isole di Lampedusa e di Linosa. Eletta a maggio, al 3 di novembre mi sono stati consegnati già 21 cadaveri di persone annegate mentre tentavano di raggiungere Lampedusa e questa per me è una cosa insopportabile. Per Lampedusa è un enorme fardello di dolore. Abbiamo ]]>
NOTIZIE HOME PAGE Tue, 27 Nov 2012 12:30:41 +0000
Corso di formazione della Provincia: la Pet Therapy nelle R.S.A. /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1041:la-pet-therapy-nelle-rsa&catid=65:homepage&Itemid=50 L’impiego degli animali a fini terapeutici si inserisce nel più ampio ambito del rapporto uomo-animale,che ha radici antiche. Il moderno termine di “Pet Therapy” si riferisce alla strutturazione metodologica dell’impiego di soggetto animali finalizzata al trattamento di specifiche patologie. Tale terapia relazionale si basa sull’assunto che le relazioni tra uomini e animali si articolano attraverso rapporti molto complessi, che non si esauriscono con la reciproca convenienza immediata (impiego dell’animale come strumento di lavoro o, sul versante opposto, del padrone come fonte di cibo e di protezione), ma che si esprimono attraverso profonde componenti emozionali tali da influenzare lo stato fisico, psichico e comportamentale. L’introduzione di animali, soprattutto cani, in residenze per gli anziani ha dimostrato non solo di influire positivamente su

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Fri, 23 Nov 2012 09:48:03 +0000
A colloquio con i familiari: tecniche di counselling in R.S.A. /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1037:a-colloquio-con-i-familiari-tecniche-di-coundelling-in-rsa&catid=65:homepage&Itemid=50 Oggi in Italia quasi il 2% di ultra65enni sono ricoverati in strutture residenziali e le famiglie compiono questa difficile scelta in seguito all’aggravarsi di patologie invalidanti, spesso legate a demenza, con perdita di autonomia tale da rendere insufficiente il supporto familiare. Il ricorso al ricovero, se indiscutibilmente riduce l’onere assistenziale da parte del familiare, spesso induce un peggioramento dello stato psicologico, poiché aumentano i sensi di colpa e di impotenza per non essere stati in grado di “fare di più”. L’arresa all’istituzione rimette continuamente in discussione la scelta fatta e rinnova il dolore per non aver potuto rinunciarvi. In tale ambito, le tecniche di counselling applicabili nella
relazione d’aiuto dai responsabili di RSA sono un valido strumento relazionale utile nei processi decisionali dei familiari delle persone assistite per il

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Thu, 22 Nov 2012 11:43:10 +0000
Secondo welfare o welfare del territorio: il nuovo management sociale /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1036:secondo-welfare-o-welfare-del-territorio-il-nuovo-management-sociale&catid=65:homepage&Itemid=50 L’evoluzione dei sistemi e dei modelli di Welfare sta da anni orientando verso la progettazione partecipata e il coinvolgimento di più soggetti sin dalla fase d’ideazione. gestione associata, uffici di piano, distretti, tavoli comuni, relazioni con il terzo settore sono argomenti che richiamano l’importanza del tema della progettazione. Recentemente, anche in seguito alla crisi economica, tale orientamento si è ulteriormente segnato: si parla anche di “secondo welfare” o welfare del territorio. In qualsiasi caso, chi si occupa di coordinamento è sempre più impegnato in azioni di management vero e proprio e di imprenditorialità territoriale. Si parla di una managerialità specifica ossia di “management sociale”, in grado di mettere insieme, capire i “numeri”, dare senso ai diversi pezzi esistenti che vedono coinvolte anche risorse e soggetti

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Thu, 22 Nov 2012 11:25:14 +0000
Dal Forum Non Autosufficienza di Bologna un piano chiaro e mirato /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1035:dal-forum-non-autosufficienza-di-bologna-un-piano-chiaro-e-mirato&catid=65:homepage&Itemid=50 A Bologna, il Forum Non Autosufficienza ha fatto centro puntando sui livelli essenziali di assistenza e sostegno di cui tutti gli individui hanno bisogno. Il ministro della Salute conferma lo stanziamento di 240 milioni ma soprattutto l''obiettivo strategico di arrivare ad una vera integrazione tra socio-sanitario, assistenziale, domiciliare, residenziale. Individuo, persona, cittadino. Il Forum sulla Non Autosufficienza ha fatto centro semplicemente puntando su quello che siamo, sulle persone che assistiamo, sui problemi che ogni giorno ci troviamo a dover affrontare. Ecco perché l'edizione 2012 dell'evento bolognese ha riscosso l'ennesimo successo di pubblico e di critica: l'attuale si fonda col necessario, ricordandosi che senza individuo non esiste welfare, non esistono miglioramenti, non esiste futuro. "La mia volontà è quella di fare un pezzo di

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Thu, 22 Nov 2012 10:40:37 +0000
Quali prospettive per il welfare territoriale nella crisi, nella legislazione nazionale e regionale, nel taglio radicale delle risorse? /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1034:quali-prospettive-per-il-welfare-territorialenella-crisi-nella-legislazione-nazionale-e-regionale-nel-taglio-radicale-delle-risorse&catid=65:homepage&Itemid=50 La portata della crisi economica nella quale siamo immersi, ha prodotto  forti mutamenti  e altrettanti se ne profilano all’orizzonte. Concretamente constatiamo un progressivo venir meno di rilevanti risorse economiche a sostegno del sistema di protezione sociale (nelle sue articolazioni dal centro alla periferia), accompagnato da un processo di centralizzazione delle decisioni che ha messo in discussione gli esiti ed i processi derivanti dalla riforma del “Titolo V” della Costituzione. Di fatto il sistema delle Autonomie Locali viene espropriato della sua capacità di copertura dei bisogni sociali derivanti da una acquisita capacità di lettura dei fenomeni sociali territoriali (regionali, comunali, zonali) dovuta dall’aver messo in atto l’esercizio di responsabilità politico-amministrativa diretta. In questi anni i Comuni lombardi, in particolare, ]]> NOTIZIE HOME PAGE Mon, 19 Nov 2012 08:24:27 +0000 Percorsi educativi al Teatro "Giuditta Pasta" di Saronno /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=1009:percorsi-educativi-al-teatro-qgiuditta-pastaq-di-saronno&catid=65:homepage&Itemid=50 Il Teatro Giuditta Pasta di Saronno apre il suo sipario al giovane pubblico delle scuole con una selezione di spettacoli ed attività rivolti a bambini, ragazzi e giovani dai 3 ai 20 anni: un pubblico aperto al mondo, curioso e sensibile, un pubblico che, attraverso la meraviglia, lo stupore e l’incantamento, cresce e costruisce tasselli di ciò che sarà. Gli spettacoli selezionati per le matinée delle scuole si contraddistinguono per linguaggio, forma e contenuti: teatro d’attore, ma anche teatro immersivo, laboratori musicali, spazi e luoghi dove sperimentare tecniche espressive diverse - come live cinema o nuovi generi di spettacoli dal vivo - senza tralasciare tematiche quali la diversità, le dipendenze e l’intercultura. Per i ragazzi e i giovani abbiamo individuato inoltre un ciclo di appuntamenti serali che si distinguono per tematiche e linguaggi a loro vicini.

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Fri, 21 Sep 2012 10:40:00 +0000
Fondo Sociale Regionale 2012 - La documentazione ufficiale /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=989:fondo-sociale-regionale-2012&catid=65:homepage&Itemid=50 Con la DGR 3850 del 25 luglio 2012 e il decreto 7088 del 3 agosto 2012 sono stati definiti i criteri e le modalità di assegnazione e utilizzo del Fondo Sociale Regionale 2012. Di seguito sono allegati tutti i documenti utili ad approfondire gli argomenti. Nella sezione Area Monitoraggio / FSR modulistica è possibile scaricare tutto il materiale per la rendicontazione dei vari servizi e interventi, così come richiesto dalla DGR 3850.

 

 

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Wed, 05 Sep 2012 06:44:55 +0000
Fondo Sociale Regionale ex. Circ. 4 - anno 2012 - Anticipazioni /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=987:fondo-sociale-regionale-ex-circ-4-anno-2012&catid=65:homepage&Itemid=50 In attesa di conoscere nei dettagli le indicazioni riguardanti l'entità del finaziamento e i criteri di assegnazione, invitiamo gli Enti Gestori Pubblici e Privati a presentare domanda di contributo relativamente al FSR ex Circ. 4,  compilando le schede di consuntivo delle attività svolte nell'anno 2011 , denominate Allegato 2. Le schede da compilare a cura degli Enti Gestori sono differenti a seconda della tipologia della struttura. Quelle relative alle strutture SFA, CSE e SIL vanno richiesete direttamente all'Ufficio di Piano ( vedi mail sotto riportata ). Di seguito, invece, sono scaricabili tutte le altre schede dell'Allegato 2 che, una volta debitamente compilate, andranno inviate entro la data del 24 agosto 2012 all'indirizzo di posta elettronica dell'Ufficio di Piano: ufficiodipiano@comune.saronno.va.it .

]]>
NOTIZIE HOME PAGE Wed, 04 Jul 2012 07:57:20 +0000
Emergenza caldo 2012 /ufficiodipiano/index.php?option=com_content&view=article&id=988:emergenza-caldo-2012&catid=65:homepage&Itemid=50 In linea con le indicazione fornite dalla Direzione Generale Famiglia Conciliazione Integrazione e Solidarietà Sociale della Regione Lombardia e coerentemente con la volontà della Direzione Generale dell’A.S.L. di dar vita ad un sistema concretamente efficace per la gestione delle eventuali criticità legate al problema dell’emergenza caldo,tramite il coordinamento della Direzione Sociale, l'ASL di Varese ha dato il via ad un piano operativo che, in una logica di rete, prevede l’attivazione di tutti i soggetti del territorio al fine di poter fornire risposte concrete e tempestive alle persone fragili in caso di problematiche legate alle elevate temperature ambientali. Per maggiori informazioni collegarsi al sito web dell'ASL di Varese o scaricare gli allegati.                                          ]]> NOTIZIE HOME PAGE Fri, 06 Jul 2012 07:11:23 +0000